Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIV n° 39
venerdì 22 settembre 2017, ore
IL SONDAGGIO
RISULTATI
VOTA
ALTRI SPORT
Pallanuoto: Rari Nantes Napoli, pari amaro nel derby
18.03.2017 22:53 di Napoli Magazine

I luciani dominano ma vengono raggiunti nel finale sul 7-7 dalla capolista Cesport

 

Zurich Barbato Cesport-Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli 7-7

 

Zurich Barbato Cesport: Turiello, Vitullo, Dublino, Ruocco, Di Carluccio, A. D'Antonio, Ronga, Esposito, Porro, Femiano 2, Di Costanzo 3, Simonetti, D. D'Antonio 2. All. Rossi

 

Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli: Cappuccio, Criscuolo, Truppa 2, Maglitto, Occhiello 1, Ricci, Riccitiello 1, Ciniglio, Mauro 1, Scalzone, Renzuto Iodice, Calì 2, Autiero. All. Marsili

 

Arbitro: Anaclerio (Puglia)

Note: parziali 4-2; 0-2; 1-1; 2-2. Espulsioni definitive per Scalzone (RN) e Renzuto Iodice (RN). Usciti per tre falli Femiano (CE) e Mauro (RN). Superiorità numeriche: Cesport 1/12, Rari Nantes 5/8. Spettatori 200 circa.

 

Napoli – Si può uscire dall'acqua con l'amaro in bocca dopo aver imposto l'alt alla capolista sul suo campo? La Rari Nantes può farlo eccome, perché ad un certo punto la supersfida con la Cesport sembrava davvero averla vinta. Una Rari Nantes monumentale, capace di dominare l'incontro per tre tempi su quattro e di limitare con efficacia le straordinarie bocche da fuoco della squadra di Rossi. Invece è finita in parità (7-7), un risultato riacciuffato per i capelli dalla Cesport nell'ultimo minuto di gioco, non senza polemiche per una serie di decisioni arbitrali contestate.

Schüco Cargomar costretta subito ad inseguire nel primo quarto, chiuso sotto di due gol (4-2) e con Riccitiello e Mauro a replicare alla doppietta di Femiano ed alle reti di Dario D'Antonio e Di Costanzo. Nella seconda frazione è stata una doppietta di Calì a fissare il risultato sul 4-4, mentre tra i pali è cominciato lo show di Cappuccio, autentica saracinesca. È stata però tutta la difesa biancoceleste a funzionare a dovere, con la Cesport incapace di andare a segno nelle tantissime situazioni con l'uomo in più. Nel terzo quarto la Rari ha messo per la prima volta il naso avanti con Truppa, ma Di Costanzo ha fissato subito il punteggio sul 5-5. Nell'ultimo tempo la Schüco Cargomar, nonostante 12 falli consecutivi in attacco fischiati contro (forse è un record, andranno consultati gli almanacchi) è riuscita ad allungare sul 5-7 con la controfuga di Occhiello ed un gol in superiorità di capitan Truppa. Ma Di Costanzo ad 1' esatto dal termine ha riacceso le speranze della Cesport, dopo che il signor Anaclerio aveva cacciato dall'acqua Scalzone, Renzuto Iodice ed il team manager Caccese, e ad una manciata di secondi dal termine Dario D'Antonio, un ex, ha firmato il gol del definitivo 7-7 marcando l'unica segnatura con l'uomo in più per i suoi nelle 12 occasioni a disposizione. Una superiorità determinata da un fallo a metà vasca di Truppa molto dubbio.

“Sono orgoglioso di allenare questi ragazzi, ho dato una pacca sulle spalle ad ognuno di loro”, è il commento di coach Marsili, soddisfatto per la prestazione e solo per quella. “Meritavamo la vittoria, lo meritava la passione con cui la mia squadra è scesa in acqua. Abbiamo messo in pratica alla perfezione le cose che avevamo preparato in settimana, la Cesport dopo i quattro del primo tempo ha segnato un solo gol in 23'. In tutti i fondamentali abbiamo dominato, in genere partite del genere si riescono a vincere nettamente. E invece...”.

Le immagini della sfida tra Zurich Barbato Cesport e Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli saranno disponibili nei prossimi giorni sul sito www.videoplay.tv.

La Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli tornerà in vasca sabato 25 marzo in casa del Pescara, in un altro scontro diretto molto importante per il prosieguo del campionato.

ULTIMISSIME ALTRI SPORT
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>>