Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIV n° 18
martedì 25 aprile 2017, ore
IL SONDAGGIO
RISULTATI
VOTA
CULTURA & GOSSIP
CINEMA - "S IS FOR STANLEY" di Alex Infascelli e "A WIDE GAZE" di Guido Pappadà per Astradoc
11.01.2017 18:16 di Napoli Magazine

AstraDoc riparte con il programma completo

 

e una serata da non perdere

 

Mercoledì 13 gennaio 2016 ore 20.30

 

Cinema Astra - via Mezzocannone, 109 - Napoli

 

S IS FOR STANLEY

 

di Alex Infascelli

 

Premio David di Donatello - Miglior Documentario 2016

 

A WIDE GAZE

di Guido Pappadà

Il regista sarà presente in sala

 

Venerdì 13 gennaio alle ore 20.,30 torna la rassegna AstraDoc -Viaggio nel cinema del reale - organizzata da Arci Movie, Parallelo 41, Università Federico II e Coinor, con un film attesissimo, “S Is For Stanley” di Alex Infascelli (Italia 2016 – 78'), vincitore lo scorso anno del prestigioso David di Donatello come Miglior Documentario, con un corto sul fotoreporter Francesco Cito, “A Wide Gaze” di Guido Pappadà (Italia 2016 – 32'), e con il programma  completo dei film e degli ospiti  di questa  ottava  edizione. 

 

“S Is For Stanley” è la storia di Emilio D’Alessandro, autista personale di Stanley Kubrick. D’Alessandro conobbe fortuitamente Kubrick a Londra nel 1971, che lo volle come suo autista e con cui instaurò un legame di amicizia profondissimo coronato nel 1999 con una serie di omaggi che il cineasta gli fece nel suo ultimo film, “Eyes Wide Shut”: lo fece recitare in un cameo, diede il suo nome al bar in cui va Tom Cruise, "assunse" la moglie e la figlia Marisa come comparse. Un’amicizia che ha attraversato trent’anni di vita, costruito meticolosamente quattro capolavori della storia del cinema e unito due persone, apparentemente opposte che hanno trovato lontano da casa il proprio compagno di viaggio ideale.

 

“Ho sentito parlare di Emilio D'Alessandro durante un'intervista alla moglie di Kubrick. Poi ho letto la sua storia e mi ha talmente folgorato che ho voluto essere io ad imprimerla a futura memoria. E’ stato un viaggio bellissimo che mi ha avvicinato alla personalità incredibile di due uomini: uno del quale credevo di sapere tutto e in realtà non sapevo niente, un altro del quale non sapevo nulla e che mi ha lasciato a bocca aperta con la sua storia.” (Alex Infascelli)

 

La serata sarà aperta alle 20.30 dal corto “A Wide Gaze” di Guido Pappadà, (presente in sala per incontrare il pubblico) sul fotoreporter napoletano Francesco Cito, che ha realizzato alcuni tra i reportage di guerra più toccanti, dall’Afghanistan al Libano, passando per la Palestina, l’Iraq, il Kuwait e il Kosovo, armato solo di coraggio e del suo grandangolare.

 

AstraDoc proseguirà con tanti appuntamenti fino al 12 maggio, tra gli ospiti più attesi al Cinema Astra il reporter di guerra de “La Stampa”, Domenico Quirico con la regista Paola Piacenza che ha girato un documentario su di lui, “Ombre dal fondo” (27 gennaio), Gianfranco Pannone con il suo viaggio nell'Italia dei riti e delle tradizioni “Lascia stare i Santi” (10 febbraio), Pippo Delbono con il suo “Vangelo”(31 marzo) presentato a Venezia pochi mesi fa, insieme ancora a tanti autori emergenti come Christian Carmosino e Maria Di Razza (“La lunga strada gialla” e “(In)felix” il 17 febbraio), i fratelli Mario e Stefano Martone (“Dert” il 3 febbraio con il corto documentario di Alessandro Chetta e Marco Perillo “Mirabiles - I custodi del Mito”), Gianluca Loffredo e Nazareno Manuel Nicoletti (24 Marzo con “My Nature” e “Moj Brate - Mio Fratello”). A questi si aggiungono diversi film internazionali, premiati in tutto il mondo, come quelli sul musicista Yo-Yo Ma (20 gennaio), sull'artista Marina Abramovic (il 24 febbraio insieme ad un momento musicale a cura di Ciro Riccardi che presenterà il suo disco “Racconti di vinile”), sulla segretaria di Goebbels (“A German Life” il 7 aprile), la recente riflessione sull'Europa di “Democracy” di David Bernet (in collaborazione con il Goethe Institut di Napoli”, e l'ultima opera del grande maestro argentino Patricio Guzmán, “La memoria dell'acqua” il 17 marzo. Infine, due titoli interessanti della rassegna nazionale “L'Italia che non si vede” a cura di UCCA (Unione dei circoli cinematografici dell'Arci), “Il fiume ha sempre ragione” di Silvio Soldini e “Porno e libertà” di Carmine Amoroso”.

 

Con questo nuovo anno l'orario d'inizio di AstraDoc è fissato alle 20.30.

 

Il botteghino sarà aperto dalle ore 20.00.
INGRESSO 3,00€ | SOCI ARCI 2,50€


***


Coordinate rassegna:

 

Curatore: Antonio Borrelli

 

Dove: Cinema Astra, via Mezzocannone, 109 Napoli

 

Quanto: Ingresso singolo 3 euro | Soci Arci 2.5 euro

 

INFO:

 

FB: Astradoc – Viaggio nel Cinema del Reale

 

www.arcimovie.it

 

info@arcimovie.it

 

ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>>