Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIV n° 39
mercoledì 20 settembre 2017, ore
IL SONDAGGIO
RISULTATI
VOTA
CULTURA & GOSSIP
RADIO 24 - Gino Girolimoni, Al Jarreau, Don Camillo, Biagio Cavanna e Stefania Rotolo: il programma della settimana de Il Falco e il Gabbiano di Enrico Ruggeri
20.03.2017 13:05 di Napoli Magazine

Il “mostro infame” Gino Girolimoni, il cantante Al Jarreau, l’allenatore e massaggiatore del ciclismo Biagio Cavanna e la “ragazza Uragano” Stefania Rotolo. Don Camillo è invece la protagonista della terza puntata di Sulle Ali di Carta.


Ecco il programma della settimana de Il Falco e il Gabbiano, il programma di Enrico Ruggeri in onda dal lunedì al venerdì alle 15.30 su Radio 24.


 
“Il mostro infame”: così veniva definito negli anni ’20 il protagonista della puntata di apertura della settimana de Il Falco e il Gabbiano, il programma di Enrico Ruggeri in onda da lunedì a venerdì alle 15.30 su Radio 24. “Il mostro infame” era Gino Girolimoni, l’uomo accusato di aver rapito, stuprato e ucciso sette bambine, vissuto agli albori di un regime fascista che non poteva mostrare la propria incapacità nell’assicurare ordine e giustizia. Una vicenda che ha colpito così gravemente l'immaginario popolare, che per molti anni accusare qualcuno di essere un “Girolimoni” equivaleva a dargli del pedofilo e dell’assassino. L’unico neo è che Gino Girolimoni quei reati non li aveva commessi. Con ospite la giornalista Federica Sciarelli, che ha approfondito i dettagli della vicenda, Enrico Ruggeri prova a ridare luce ad una delle pagine buie della storia d’Italia del secolo scorso.
 


Cambiando registro, martedì 21 marzo Enrico Ruggeri racconta la storia di uno dei più grandi musicisti mai esistiti. Primo artista al mondo ad aver vinto un Grammy Award nelle tre categorie Jazz, Pop e R&B, Al Jarreau è stato uno dei massimi interpreti di un vero e proprio linguaggio, il vocalese. Giocoliere della voce, acrobata delle note, Al Jarreau era capace di usare la propria voce come uno strumento musicale, in particolare le percussioni.


 
Lasciando per un giorno le ali de Il Falco e il Gabbiano e passando Sulle ali di carta, mercoledì 22 marzo Enrico Ruggeri ci porta in Emilia Romagna, dove, nella bella terra al di sotto del Po, la guerra ha lasciato non solo distruzione, ma profonde lacerazioni fra i suoi abitanti. Cittadini che spesso si sono trovati a combattere gli uni contro gli altri, per le idee diverse. A dover sanare queste divisioni è allora Don Camillo, prete, di quelli buoni, ma che possiede anche due enormi mani che sanno dar legnate all’occorrenza. E il suo bersaglio preferito è Peppone, il capo del Partito Comunista del suo paese, Brescello. E anche se i due sono così lontani sulle loro posizioni politiche, Enrico Ruggeri racconta su Radio 24 l’umanità e i valori che li hanno uniti in un’amicizia eterna.


 
Dalla politica allo sport. Meglio: quel lato dello sport che non sta sotto i riflettori. Giovedì 23 marzo Enrico Ruggeri racconta il “dietro le quinte” del ciclismo e lo fa con la storia di Biagio Cavanna, l’uomo senza il quale questo sport non avrebbe avuto molti dei suoi eroi, primo tra tutti il grande Fausto Coppi. Sì, perché senza le mani sapienti di Cavanna, massaggiatore cieco, forse Coppi non sarebbe stato “il grande Fausto”. Senza i suoi consigli, i suoi insegnamenti, senza il suo lavoro, il grande ciclismo italiano non sarebbe stato quello che oggi possiamo raccontare. Alle 15.30 a Il Falco e il Gabbiano Enrico Ruggeri racconta la storia dell’allenatore, la guida, l’uomo pratico, antico e moderno allo stesso tempo.


 
A chiudere la settimana de Il Falco e il Gabbiano, venerdì 24 marzo, è la storia della “ragazza Uragano”. La chiamano così perché non sta mai ferma. Salta, corre, balla, canta: è una showgirl completa che regge da sola la scena. Una donna che ha avuto il coraggio di partire e volare dall'altra parte dell’oceano per diventare un’artista completa e che tornata in Italia è stata accolta dalla nostra tv a braccia aperte. Stiamo raccontando la storia di Stefania Rotolo, la showgirl che sul finire degli anni settanta, nel pieno del fervore della Disco Music, è diventata famosa presentando con Sammy Barbot, il programma Piccolo Slam, quello con cui il mondo delle discoteche è entrato nelle case degli italiani.


 
Per l’ascolto: www.radio24.it

ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>>