Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 20
martedì 11 maggio 2021, ore
ATTUALITÀ
IL SINDACO - De Magistris: "D'accordo con il ritorno dei tifosi allo stadio, tutto ciò che si può fare all'aperto con degli accorgimenti, va fatto, Italia in ritardo con i vaccini, ancora troppi contagi a Napoli dopo due mesi di zona rossa"
14.04.2021 16:48 di Napoli Magazine

Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la trasmissione sportiva Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": “Io sono d'accordo con il ritorno dei tifosi allo stadio. Tutto ciò che si può fare all'aperto con degli accorgimenti, deve esser fatto. Questo può valere per lo sport e per la cultura, per le partite, per il teatro, per la musica. Questi sono segnali che incoraggiano. Spero che non siano solo parole ma che vengano fatti anche i fatti appunto. Vaccini? Il ritardo accumulato è grave. L'Italia è in ritardo. Quando ci sono state le prime decisioni sui vaccini un anno fa, Gran Bretagna, Israele hanno avuto coraggio e non hanno avuto remore. In Italia stiamo pagando queste restrizioni, questi ritardi, queste restrizioni anche economiche. Bisogna diradare il sospetto che ci siano guerre commerciali. Sarebbe stato bloccato il Johnson&Johnson appena arrivato in Italia. Il Governo deve fare chiarezza e deve garantire le stesse regole a livello Nazionale. Si deve vaccinare allo stesso modo in tutta Italia e fare presto. I dati di oggi a Napoli sono preoccupanti. Sono quasi 500 in tutta Napoli. Sono tantissimi dopo due mesi di zona rossa. Il virus è stabile ma i contagi non scendono. Questo come si può contrastare se non con i vaccini? L'Inghilterra lo ha fatto. Scudetto solo al nord? E' una storia vecchia. Bisogna dare stabilità alla forza del centro-sud. Ci sono vari fattori che incidono in tutto questo. Spero che quanto prima si possa trovare un equilibrio. Gattuso? Non mi sbilancio. Io faccio il tifoso e non il presidente".

ULTIMISSIME ATTUALITÀ
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>