Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 26
lunedì 21 giugno 2021, ore
ATTUALITÀ
COVID - D'Andrea: "Nasce dai chirurghi plastici un vademecum per eseguire i trattamenti in sicurezza rispetto ai vaccini"
13.05.2021 12:38 di Napoli Magazine

In questi giorni si parla spesso degli effetti nocivi di alcuni vaccini sulle persone che hanno adoperato trattamenti con filler e botulino, notizia ridimensionata dai chirurghi plastici in conseguenza della quale il presidente della S.I.C.P.R.E., Prof. Francesco D’Andrea, oltre che direttore del dipartimento della chirurgia plastica della Federico ll, ha creato un vademecum con raccomandazioni per far operare in sicurezza i propri pazienti soprattutto smentendo che i vaccini possano creare problemi a chi fa trattamenti di medicina estetica. “Il gonfiore del viso segnalato dopo vaccino in persone con una storia di iniezioni con filler dermici ha un significato statistico assolutamente irrilevante e comunque trattabile con una semplice terapia medica e soprattutto non influisce sul rapporto rischio benefici del vaccino che rimane invariato. Comunque tenuto conto che secondo il comitato di farmacovigilanza europeo EMA questa condizione clinica può essere considerata come una possibile complicazione dei vaccini, come Società scientifica abbiamo ritenuto utile elaborare un vademecum che indica le tempistiche dei trattamenti rispetto alla somministrazione dei vaccini al fine di evitare possibili interazioni.” In Italia, soprattutto in questo periodo di apertura quasi totale, le richieste nel settore della medicina estetica sono triplicate. I falsi allarmismi sono da cancellare mentre resta primario e fondamentale il principio per cui il Prof. D’Andrea porta avanti la sua battaglia da oltre un anno, quello di rivolgersi esclusivamente agli specialisti della materia. “La medicina e la chirurgia estetica eseguite da mani esperte, specialisti del settore è sicura. Bisogna diffidare da chi la propone in maniera semplicistica e commerciale, dimenticando che si tratta invece di un atto medico ”

ULTIMISSIME ATTUALITÀ
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>