Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 34
giovedì 18 agosto 2022, ore
ATTUALITÀ
NEWS - "Festa della musica", il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi in visita al carcere di Poggioreale in occasione dell'evento organizzato dal Garante campano Ciambriello
25.06.2022 17:57 di Napoli Magazine

“Festa della Musica” è l’evento che stamane ha portato a Poggioreale il rapper Paky che, protagonista dello spettacolo, si è esibito davanti a un pubblico di detenuti insieme al rapper napoletano Geolier, suo amico e ospite per l’occasione. 

 

Promossa dal Garante campano dei diritti delle persone sottoposte a misura restrittiva della libertà personale, Samuele Ciambriello, e patrocinata dal Comune di Napoli, questa iniziativa ha avuto lo scopo di creare un momento di incontro tra il mondo di dentro e quello di fuori, attraverso la musica. È stato solo il primo di una serie di appuntamenti che avranno luogo in diversi Istituti di penadella Campania. 

 

L’evento di oggi è stato introdotto dal direttore della Casa circondariale di Poggioreale, Carlo Berdini, che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa e i problemi di sovraffollamento e strutturali di cui soffre Poggioreale. Ha poi preso la parola il Garante campano, Samuele Ciambriello, che ha sollecitato un maggiore impegno istituzionale perché «il carcere non continui ad essere il cimitero di viventi, così come è adesso».

 

«Sembra difficile far coesistere musica e carcere – ha dichiarato il Garante Ciambriello -. Ho promosso un'ora d'aria colorata nel carcere, un luogo senza tempo. La musica agisce sugli stati d'animo più profondi, sulle emozioni. É nutrimento della mente e dello spirito». 

 

L’ultimo intervento, prima dell’esibizione, è stato del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, che ha garantito l’impegno della sua Giunta a migliorare la situazione delle carceri napoletano. «Ho accettato volentieri l'invito dell'amico Samuele, con il quale ho collaborato anni fa, quando ero rettore dell’Università Federico II, per aprire il Polo Universitario nel carcere di Secondigliano – ha ricordato Manfredi - Il sindaco della città è qui per dire ai reclusi che la città è pronta a dare una mano a chi vuole ripartire, riscattarsi». 

 

Presenti all’incontro anche il Garante metropolitano Pietro Ioia, l’assessora alle Politiche giovanili e del lavoro del Comune di Napoli, Chiara Marciani e il delegato per la Cultura e gli eventi musicali a Napoli, Ferdinando Tozzi.

 

La scelta di esordire con Paky non è stata casuale, visto che l’artista è da sempre sensibile al tema della detenzione. Il breve concerto è stato seguito da un momento di incontro tra i due rapper e i detenuti, nello spirito di quel percorso che, secondo il Garante Ciambriello, deve far passare «dalla reclusione all’inclusione sociale».

ULTIMISSIME ATTUALITÀ
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>