Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 33
martedì 9 agosto 2022, ore
BASKET
Basket, Milano annuncia Thomas: "Qui per aiutare a vincere"
29.07.2022 17:54 di Napoli Magazine

L'EA7 Milano ufficializza l'accordo con Deshaun Thomas, 30 anni, proveniente dal Bayern Monaco. Ora per completare il roster di Ettore Messina che andrà all'assalto della terza stella e della Final Four di Eurolega manca all'appello di Johannes Voigtmann che ancora non si è liberato dal legame con il Cska Mosca. "Sono felice e grato - le prime parole dell'ala americana - all'Olimpia per avermi offerto questa opportunità di giocare per un club come questo, con questa storia e aiutarlo a vincere il più possibile, sia in Eurolega che in Italia. Sia io che la mia famiglia ci sentiamo fortunati. Non vedo l'ora di cominciare a lavorare e di conoscere i miei nuovi compagni". "Deshaun - l'augurio del gm Christos Stavropoulos - porterà alla nostra squadra esperienza, tiro e versatilità: è il giocatore che volevamo per avere maggiore profondità e più soluzioni. Siamo felici di averlo con noi". Intanto l'Olimpia commemora la memoria di Franco Casalini, scomparso ieri a 70 anni. Giorgio Armani firma una nota, annunciando "l'impegno" affinché lo storico coach milanese "non venga dimenticato": ". Nell'arco di 18 anni è passato dalle giovanili al titolo europeo con la prima squadra. Ci è riuscito con etica, impegno, lealtà nei confronti dei suoi colleghi, dei giocatori e soprattutto dei valori del club che erano anche i suoi. Nei nostri anni all'Olimpia è stato sempre una figura discreta, schiva, quasi timida ma ricordiamo anche il grande applauso dei nostri tifosi quando lo abbiamo omaggiato assieme ai grandi della nostra storia. La sua prematura scomparsa ci addolora". Ettore Messina invece ricorda quando Casalini lo scelse come assistente all'All Star Game del 1990: "Non so perché prese questa decisione, ma l'ho sempre considerato un gesto gentile, nei confronti di un esordiente, che mi colpì molto. Ho conosciuto una persona dolce, educata, leale, un allenatore bravissimo e modesto negli atteggiamenti. Casalini era proprio questo: gentile, leale e innamoratissimo dell'Olimpia. Potrò sempre dire, con orgoglio, salutandolo, che è stato bello fargli da assistente, anche solo per una partita".

ULTIMISSIME BASKET
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>