Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 49
sabato 3 dicembre 2022, ore
CALCIO
IL PARERE - Impallomeni: "Il Napoli è una conferma, Anguissa è diventato molto forte"
03.10.2022 20:52 di Napoli Magazine

Stefano Impallomeni, ex calciatore e giornalista, ha parlato dei temi della Serie A a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio.

 

I top e flop di giornata?
"Il top il Napoli, come conferma. Ha saputo uscire fuori da una partita complicata col Torino alla grande. Spalletti ha detto bene, ha sfruttato il momento giusto con qualità. E' una squadra che sprizza talento da ogni parte, Anguissa è diventato molto forte. Il flop è la Sampdoria, è una squadra che non ha nè capo nè cosa, è un fallimento che parte dalla testa fino ai giocatori. Ed è una realtà che non lo merita".

 

Inter deludente. Tanti chiedono l'esonero:
"Non è facile analizzare ora il tutto. Non c'è niente che funzioni all'Inter ora. Non mi sarei mai aspettato un avvio simile, nonostante i problemi societari. Analizzando la situazione, ho visto contro la Roma un'Inter lontana anni luce da quella di due anni fa e quella bella della scorsa prima metà di stagione. Bisogna capire adesso in società se questo allenatore ha lo spogliatoio ancora sotto controllo oppure no. Al di là dei problemi tattici, va davvero a due cilindri. Ci sono più problemi, non solo uno. Bisogna capire se questo allenatore ti può portare fuori da questa situazione, soprattutto se ti può portare in zona Champions. E' una crisi tecnica, i giocatori non ne possono più di questa situazione".

 

Che farebbe lei ora?
"Se a Sassuolo si riprende la squadra è con lui, se perde ancora è arrivato il momento di cambiare".

 

Milan, polemiche anche sul fallo laterale di Tonali a Empoli:
"Si vince anche per alcune sottigliezze. Forse ha esagerato buttando la palla più avanti del solito".

 

Quale il significato della vittoria della Roma?
"Queste sono le vittorie che ti possono far svoltare. Era una Roma sorniona quella di San Siro, ha fatto quello che doveva fare a Torino con la Juventus. Ha giocato con lo spirito dello scorso anno. La forza non è Dybala ma la vecchia guardia. Non deve tradire il percorso dello scorso anno. La squadra lo scorso anno è nata da questo spirito di gruppo. Il gioco verrà? Io credo di sì, visti gli uomini che ha. Ha superato un esame importante contro un'Inter sì decadente ma comunque non è facile passare a San Siro. E' un campionato dove tutti possono arrivare fino in fondo. E' la continuità che farà la differenza".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>