Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 4
domenica 24 gennaio 2021, ore
CALCIO
JUVENTUS - Sarri: "Non mi aspetto niente dalla società, ho un contratto e intendo rispettarlo"
08.08.2020 00:10 di Napoli Magazine Fonte: Sportmediaset

L'allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni a SKY Sport, dopo la vittoria con il Lione in Champions League, che però non è servita a qualificarsi per le Final Eight di Lisbona. Ecco quanto ha affermato: "Abbiamo fatto una grande partita, mi aspettavo meno dai miei ragazzi. Purtroppo siamo andati sotto con un rigore così che poteva farci perdere la testa. Abbiamo dato tutto avendo anche diverse occasioni per il 3-1. Siamo usciti per il primo tempo giocato male a Lione, con sei vittorie, un pareggio e una sconfitta in Champions siamo fuori. Stasera abbiamo fatto una buona partita, con Dybala e Douglas Costa avremmo avuti armi in più. Ho detto quello che penso, dirigenti di alto livello non prendono decisioni in base a una partita. Domande di questo genere mi sembrano offensive nei confronti dei dirigenti. Fossi in loro interverrei... Credo che la dirigenza della Juventus sappia valutare le cose con un ampio raggio, a favore o contro. Io non mi aspetto niente dalla società, ho un contratto con questa società. Abbiamo messo sotto il Lione e la squadra ha risposto bene anche in questo caso. Veniamo da un momento difficile con mesi in casa, giocatori in quarantena e poi tantissime partite in poco tempo. Non era facile arrivare al top in questo punto della stagione, ma ho visto una squadra ricaricata in campo. I ragazzi hanno risposto bene e se tolgo l'amarezza per la eliminazione per la prestazione sono molto contento. Questa è una caratteristica che ci portiamo dietro da tempo, ma le occasioni le abbiamo avute. Non è un problema che riguarda solo questa sfida perché un attaccante si decentra, l'altro viene indietro e facciamo fatica. Dovevamo rischiare per provare a passare il turno. Cuadrado non stava bene in campo, non avevo Douglas Costa e ho dovuto anticipare l'ingresso di Paulo. Era un rischio che dovevo prendermi. Non l'avessi fatto entrare, mi avrebbero chiesto come mai...".

Loading...
ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>