Calcio
MILAN - Si pensa già al dopo Pioli: è sfida Palladino-Thiago Motta per la panchina rossonera, i bookmaker scommettono anche su De Zerbi
30.11.2023 11:07 di Napoli Magazine

Come riporta AgiproNews, l’allenatore del Milan nella prossima stagione non sarà Stefano Pioli. E’ quanto sostengono i bookmaker dopo un inizio di stagione traballante e carico di difficoltà. La sconfitta in casa contro il Borussia Dortmund ha aumentato le probabilità di un addio dell’attuale tecnico rossonero, se non in questi mesi quantomeno nella prossima estate. Per i betting analyst di Snai, infatti, in pole per sostituire Pioli ci sono Raffaele Palladino e Thiago Motta, entrambi offerti a 4, mentre l’ingaggio di uno tra Roberto De Zerbi e Antonio Conte paga 5 volte la posta. Più lontane le altre opzioni, come quella di Igor Tudor o di Francesco Farioli del Nizza. Attenzione però, perché l’addio di Pioli potrebbe arrivare già in questi mesi secondo le quote di Better: una separazione entro gennaio vale infatti 3 volte la posta.

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
MILAN - Si pensa già al dopo Pioli: è sfida Palladino-Thiago Motta per la panchina rossonera, i bookmaker scommettono anche su De Zerbi

di Napoli Magazine

30/11/2024 - 11:07

Come riporta AgiproNews, l’allenatore del Milan nella prossima stagione non sarà Stefano Pioli. E’ quanto sostengono i bookmaker dopo un inizio di stagione traballante e carico di difficoltà. La sconfitta in casa contro il Borussia Dortmund ha aumentato le probabilità di un addio dell’attuale tecnico rossonero, se non in questi mesi quantomeno nella prossima estate. Per i betting analyst di Snai, infatti, in pole per sostituire Pioli ci sono Raffaele Palladino e Thiago Motta, entrambi offerti a 4, mentre l’ingaggio di uno tra Roberto De Zerbi e Antonio Conte paga 5 volte la posta. Più lontane le altre opzioni, come quella di Igor Tudor o di Francesco Farioli del Nizza. Attenzione però, perché l’addio di Pioli potrebbe arrivare già in questi mesi secondo le quote di Better: una separazione entro gennaio vale infatti 3 volte la posta.