Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 50
martedì 6 dicembre 2022, ore
CALCIO
TMW RADIO - De Paola: "Spalletti sta coinvolgendo tutti, non ci sono titolari e riserve"
03.10.2022 20:22 di Napoli Magazine

Paolo De Paola, giornalista, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Maracanà", trasmissione in onda su Tuttomercatoweb Radio.

 

Cosa c’è dietro la bellezza di questo Napoli?
“C’è il lavoro di un allenatore che ha una caratteristica specifica, ovvero l’assenza di titolari e riserve. Tutti si sentono indispensabili e Spalletti ci riesce coinvolgendo tutti, facendoli sentire parte di un progetto. Sono liberi di colpire, i gol di Anguissa e Kvaratskhelia sono l’emblema della libertà che gli concede Spalletti. La capacità di vedere il gioco in maniera chiarissima di Anguissa è unica, un incursore di grande qualità".

 

Come va giudicato il 3-0 della Juventus contro il Bologna?
“La Juventus ha ritrovato lo spirito dei centrocampisti, ho sempre parlato di una Juve spocchiosa e presuntuosa che si era adagiata sul passato. Ieri si è vista nuovamente una Juve umile, che ha sempre cercato di fare male all’avversario. Ci sono però delle cose da rivedere, la Juventus ha sempre cercato di essere pericolosa ma in alcuni tratti della partita abbiamo visto il Bologna, che è tra le peggiori squadre del campionato, gestire il possesso palla con la Juve che continua a non aggredire gli avversari".

 

Dybala decide il big match a San Siro, la Juve deve avere dei rimpianti?
“Io non riesco a seguire giocatori che vivono sul riscatto e sulla vendetta, aspetto la fine del campionato per giudicare Dybala. Al momento non penso che vada rimpianto in casa Juventus, andrà valutato da qui a fine stagione e aspettiamolo a lungo periodo, lo scetticismo della Juve era legato alla continuità dell’argentino e al momento è troppo presto".

 

L’Inter viene nuovamente rimontata, cosa rischia adesso Inzaghi?
“C’è un problema evidente tra Inzaghi e lo spogliatoio, nonostante le dichiarazioni di rito anche di Marotta ma c’è qualcosa che non va. Mi sembra che Inzaghi non sia ascoltato dai suoi giocatori, li vedo perplessi ogni volta che vengono richiamati. Spesso si vedono prestazioni disastrose come quella di Barella, l’equilibrio nello spogliatoio non c’è più e manca il feeling tra allenatore e giocatori. In questo deve intervenire la società, per Inzaghi è difficile imporsi in un ambiente che ha vinto lo Scudetto due anni fa".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>