Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 39
domenica 26 settembre 2021, ore
IN EVIDENZA
L'EX - Ametrano: "Spalletti bravo a farsi apprezzare dai tifosi, il Napoli su Emerson ma penso che sia pronto anche un piano B"
28.07.2021 13:16 di Napoli Magazine

“La prima parte di ritiro è sempre una situazione fatta per conoscersi, conoscere il nuovo allenatore e far sì che i giovani si mettano in mostra. Uno su tutti è Gianluca Gaetano. Il vero lavoro di Spalletti inizierà quando rientreranno i calciatori che hanno fatto l’Europeo - queste le parole di Raffaele Ametrano, ex calciatore, fra le tante, di Napoli e Juventus, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, su 1 Station Radio -. Luciano è stato bravo a farsi apprezzare dai tifosi, ed avere un Maradona pieno di tifosi che ti spingono, è sicuramente un’arma in più, soprattutto perché i supporters non hanno dimenticato la debacle contro il Verona. Demme? Non sarà facile sostituirlo, in questo ci vorrà tutta l’esperienza dell’allenatore toscano che troverà una soluzione interna senza intervenire sul mercato. Lobotka potrebbe rientrare a pieno titolo nell’organico e dire la sua. Spalletti-Adl? Se i risultati saranno buoni, tutti andranno d’accordo. Emerson Palmieri? Se non arriverà, il Napoli dovrà intervenire per forza sul mercato. Giuntoli sta cercando in tutti i modi di accaparrarsi le prestazioni dell’italo-brasiliano, ma credo che abbia già pronto anche un piano B. Cristiano Ronaldo? Ha deciso di restare alla Juve, ed averlo è sempre positivo perché è uno che i suoi venti gol a stagione li fa. Poi i bianconeri, nella prossima stagione, avranno di nuovo Massimiliano Allegri in panchina, pertanto sono i miei favoriti per la vittoria dello Scudetto. Chiellini? Ha fatto un grandissimo Europeo, insieme a Bonucci ha portato tanta serenità, oltre che esperienza. Salernitana? Giusto che sia stata ammessa in Serie A, l’hanno guadagnata sul campo. Riapertura stadi? Mi auguro che, quanto prima, si possano rivedere i tifosi sugli spalti, perché senza loro non è calcio. Anche le prestazioni dei calciatori vengono influenzate dalla presenza o meno dei supporters sugli spalti”.

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>