Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 34
lunedì 15 agosto 2022, ore
IN EVIDENZA
L'EX - Bagni: "Napoli? Prenderei di corsa uno come Simeone, Meret ha bisogno di fiducia"
24.06.2022 21:04 di Napoli Magazine

A Radio Marte, nel corso del programma “Marte Sport Live”, è intervenuto l’ex calciatore del Napoli Salvatore Bagni: “A differenza del Napoli, la Roma ha molti giocatori che non servono. Gli azzurri, invece, hanno molti giocatori in scadenza e soprattutto molto forti. Veretout lo offrii al Napoli per 10 milioni, ma mi dissero di no per il ruolo poco identificato. Poi il Napoli è riandato sul francese. Quell’alchimia e magia che c’era con Diego non ci sarà mai più, perché non nascerà mai più un Maradona. Diego parlava con i tifosi. È vero che sono stati gettati 2/3 scudetti, ma non è che la società non ha intenzione di vincere. Dai ritiri nessuno sfiderà la sorte, come fatto dal presidente, dicendo che il Napoli lotterà per lo scudetto. Speriamo che il Napoli onori il campionato e che ci sia stabilità tra il presidente e Spalletti. Koulibaly non credo andrà alla Juve, se sono l’unica squadra a volerlo allora rimarrà a Napoli. Deulofeu ci sta, buon giocatore, e per me giocherà da esterno. Ostigard è molto giovane e non sarà il titolare, farà il 3/4 difensore. Nandez non mi piace nel centrocampo a due, può fare la mezz’ala e l’esterno. Simeone? Uno con quella “garra” lo prenderei di corsa. Ai napoletani non farà piacere, ma come alternativa di Osimhen mi piace. Barak è un ottimo giocatore, ma dove lo mettiamo? Gioca al posto di Zielinski, che giocherà dall’inizio? Ho una convinzione: Zielinski giocherà titolare dietro Osimhen. Kim Min-jae è un gigante e non è lento, ma non è eccezionale dal punto di vista tecnico. Lui è l’alternativa se dovesse andare via Koulibaly. Non ha giocato in grandi squadre, se non con il Fenerbache, ma anche Koulibaly quando arrivó. La vera domanda è capire se tutti questi giocatori vanno bene anche a Spalletti, oltre che a Giuntoli e De Laurentiis. Meret sarà il nostro portiere il prossimo anno, quindi, bisogna dargli fiducia. Le dichiarazioni di Spalletti sui portieri non aiutano, anche se poi nello spogliatoio si è ben capito che Ospina è il titolare. I giocatori si ricordano le parole degli allenatori, per me non è stata una grandissima uscita. Meret ha bisogno di certezze, prima di giudicarlo aspettiamo. Sirigu ha 34 anni e potrebbe aiutare, darà opportunità a Meret di giocare titolare. Orsolini è un buon giocatore, se dovesse andare via Politano, ha ottime qualità tecniche. Bisogna fare attenzione a questi giocatori che potrebbero rivelarsi dei flop come Verdi. I rimproveri di Sinisa significano tanto, ad Orsolini manca continuità. Svanberg mi piace molto, lo seguo da quando giocava nell’U17, e può giocare sia a 2 che a 3. È di grande prospettiva, è in scadenza nel 2023 e non rinnoverà. Izzo come difensore non mi dispiace, ma si cercano profili più giovani. Non è una questione di valore ma di carta d’identità”.

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>