Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 50
giovedì 9 dicembre 2021, ore
IN PRIMO PIANO
L'EDITORIALE - Antonio Petrazzuolo: "Napoli, se si va avanti così, si vincerà anche... la Coppa d'Africa!"
05.11.2021 20:39 di Napoli Magazine

NAPOLI - Il Napoli viaggia a vele spiegate anche in Europa League. Primo posto meritatissimo, ottenuto a suon di gol, ben 4, sul campo della Legia Varsavia, che ha dovuto cedere lo scettro del comando del Gruppo C agli uomini di Spalletti. In tanti, forse troppi, erano convinti che la squadra avrebbe perso ancora punti per poter pensare solo al campionato. Così non è stato e le risposte sono arrivate perentorie, con 5 uomini diversi nell'undici iniziale, rispetto al match contro la Salernitana, e assenze del calibro di Insigne, Fabian Ruiz e Osimhen, senza dimenticare gli esterni mancini Mario Rui (squalificato) e Ghoulam (non in lista). Questo Napoli è, come direbbe il suo allenatore, tanta roba. Va detto, inoltre, che anche nel primo tempo il team aveva dato la sensazione di comandare il gioco. Possesso palla a go go, ed un pizzico di sfortuna. Una traversa per parte, un gol di Emreli (a mio avviso) viziato da fuorigioco dell'assist man Mladenovic, prima del secondo tempo sontuoso che ha spezzato le ambizioni dei padroni di casa. Prima Zielinski, poi Mertens. Due rigori nettissimi, propiziati dall'ingenuo Josuè. Seguiti dall'azione corale Mertens-Petagna, finalizzata da Lozano, e dal colpo da maestro di Adam Ounas. Il controllo di sinistro con tiro di destro dell'algerino mi ha lasciato veramente senza parole. Quattro gol in trasferta che pesano tantissimo e che lanciano il Napoli verso gli Ottavi di Europa League. Con la pancia piena, sarà possibile concentrarsi al meglio sul prossimo avversario, quel Verona che ha negato l'urlo Champions alla torcida partenopea strappando un punto al Maradona nell'ultima gara della scorsa serie A. Un Napoli, quello li', totalmente diverso dall'attuale, rigenerato da Spalletti, bravo a cancellare con un colpo di spugna le paure dei singoli calciatori. Inutile partecipare al giochino del "trova anche tu un neo a questo Napoli". Si potrebbe dire ad esempio che Lozano e' ancora in fase di rodaggio e che Politano fa la differenza, che Lobotka e' in lieve crescita come pure Demme, che Juan Jesus non e' dispiaciuto a tratti come terzino, che Elmas non deve prendersi pause e che Meret puo' ancora migliorare tanto. Tante belle considerazioni che lasciano il tempo che trovano, perche' nel calcio conta vincere e il Napoli lo sta facendo di continuo e convincendo. Se si prosegue cosi' perfino lo spauracchio della Coppa d'Africa a gennaio sara' superato senza problemi. Soprattutto se ci pensa un Mertens del genere, con la sua classe e i suoi cucchiaini, unitamente alla forza della difesa e del centrocampo, che dovranno stringersi in una morsa letale per non far sentire le assenze degli insormontabili Koulibaly ed Anguissa. Ma per pensare a questi aspetti c'è tempo. Intanto godiamoci gol, punti e vittorie, una dopo l'altra, che dimostrano che questa squadra non è poi così Osimhen-dipendente come tanti professori vorrebbero far credere. Avanti il prossimo!

 

 
 
Antonio Petrazzuolo
 
 
Napoli Magazine
 
 
Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com 

ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>