Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 26
lunedì 21 giugno 2021, ore
L'EDITORIALE
NM LIVE - Gaetano Fontana a "NM": "Napoli-Cagliari, se annulli il gol a Osimhen non puoi non concedere rigore sul Chucky Lozano"
06.05.2021 22:56 di Napoli Magazine

NAPOLI - Gaetano Fontana, ex centrocampista del Napoli, ha rilasciato un'intervista a "Napoli Magazine": "Il pari del Napoli contro il Cagliari fa sicuramente male, perche' gli azzurri avevano in mano la partita. Soprattutto nei primi minuti del secondo tempo sembrava che potesse nascere da un momento all'altro il secondo gol, che avrebbe chiuso il match. Purtroppo quando non la chiudi spesso capita che l'avversario aspetta il momento propizio per rientrare in gara. E' così è accaduto contro il Cagliari. Ovviamente chi ha da raggiungere un obiettivo tenta di farlo fino all'ultimo minuto disponibile. E' un peccato perche' la vittoria era ormai in tasca. Sono due punti lasciati per strada, che comunque non complicano il discorso qualificazione. Gran gol di Osimhen. L'atteggiamento iniziale del Napoli e' stato molto positivo. Il gol infatti e' arrivato in seguito ad una palla conquistata su una rimessa laterale. C'era il giusto atteggiamento, la giusta applicazione. Il passaggio illuminante di Insigne e la trasformazione di Osimhen hanno impreziosito l'azione di gioco. La partita poteva terminare sul secondo gol di Osimhen. Non so che tipo di fallo abbiano visto arbitro, VAR ed assistenti. Un fallo simile è stato fatto ai danni di Lozano, nel primo tempo, con una spintarella in area di rigore, ma è stato considerato un fallo veniale, senza eccessive proteste da parte di nessuno. Si è sorvolato. Nel caso di Osimhen, Godin era mal posizionato, vistosi superato ha accentuato la caduta ma non era un fallo da ravvisare. Osimhen e' sicuramente in crescita, e' in fiducia. Quando si aprono gli spazi viene fuori la sua potenza, i suoi cavalli. Non mi dispiace anche dal punto di vista tecnico, pur avendo ancora tanto da lavorare. Riesce a far vedere che ha capacita' di mantenere la palla, per far salire la squadra, cosa che purtroppo non e' avvenuta nel momento in cui e' entrato Mertens nel finale di gara, quando c'era bisogno di quel tipo di attenzione per far respirare la squadra. Servono 4 vittorie, sarebbero importanti ma non so se saranno necessarie ai fini della classifica finale, essendoci tanti scontri diretti in calendario. Potrebbero bastare anche 3 vittorie e 1 pareggio. Sicuramente il pareggio dell'Atalanta ha fatto passare in secondo piano il mezzo passo falso del Napoli, anche se sarebbe stato piu' bello vedere una classifica con 4 squadre a 69 punti. Il Napoli e' a 2 punti da questo gruppetto di squadre, qualcuno cedera' il passo. Meret e' un bellissimo problema per Gattuso, ha delle grandissime qualita', mezzi notevolissimi. Come tecnica podalica Ospina si fa preferire, pero' come tecnica del portiere nell'area di rigore Meret non si fa preferire a nessuno. Meret e' un portiere importante, di prospettiva e da Nazionale, anche se ha davanti calciatori forti. Il Napoli avrebbe meritato la vittoria, per le occasioni in piu' avute rispetto al Cagliari, che comunque ha sfiorato il gol in 2-3 circostanze. Non dimentichiamo che nei primi sette minuti del secondo tempo ci sono state 4-5 palle gol da poter capitalizzare, con errori madornali sotto porta, e' anche vero che Cragno si e' fatto trovare pronto. Poi c'e' stata la traversa di Demme, oltre alle conclusioni di Osimhen, Insigne e Zielinski. La traversa colpita da Demme e' stata un bel gesto tecnico, avrebbe meritato maggiori fortune. Demme sta dimostrando di essere un giocatore importante, ricopre piu' ruoli, sia in fase di costruzione che di interdizione. E' sempre tra i migliori in campo. I cambi di Gattuso sono sotto la lente di ingrandimento, perche' non si e' vinto. Non sono stati i cambi che non hanno convinto, ma non hanno convinto i giocatori che sono entrati. Non hanno dato l'apporto che ci aspettavamo. Quando metti in campo giocatori come Politano ed Elmas, come lo stesso Mertens, ti aspetti che addormentino la partita, nascondendo la palla. Purtroppo invece hanno lasciato spesso l'iniziativa al Cagliari. Lo stesso Bakayoko, chiamato in causa per fare da filtro, ha tentennato troppo a ridosso della linea dell'area di rigore, doveva uscire con maggiore veemenza contro l'avversario. Nel prossimo turno Juventus o Milan dovranno lasciare punti, se non tutte e due. Ecco perche' il Napoli deve battere lo Spezia, non sara' facile dato che vogliono restare in A. L'Atalanta va a Parma, e non dovrebbero esserci grossi problemi, mentre la Lazio va a Firenze dove trovera' una Fiorentina in salute, come dimostrato dal ritorno di Iachini in panchina in poi".
 
 
Antonio Petrazzuolo
 
 
Napoli Magazine
 
 
Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME L'EDITORIALE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>