Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 14
sabato 4 aprile 2020, ore
IL SONDAGGIO
SONDAGGIO NM - Coronavirus, come state trascorrendo le ore a casa?
Leggendo le News dei giornali online
Libri
Social Networks
Serie Tv, Netflix, Tv
Videogames
RISULTATI
VOTA
TUTTI IN RETE
BRESCIA - Diego Lopez: "Contro il Napoli partita importante, può cambiare il nostro futuro"
20.02.2020 13:03 di Napoli Magazine

NAPOLI - Diego Lopez, allenatore del Brescia, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Napoli: "Joronen, Tonali e Gastaldello sono a disposizione. Prestazione positiva contro la Juventus, è stata una gara particolare, con l'espulsione si è complicato tutto, fino al gil la squadra era rimasta sempre in partita. Bjarnason ha avuto un'occasione importante, ma la squadra è migliorata anche difensivamente. Dobbiamo essere realisti. Dobbiamo fare meglio, nel momento in cui fai punti porti entusiasmo, noi dobbiamo essere bravi a gestire questa situazione. Dobbiamo fare quello che si dice sul campo. Non è l'ultima spiaggia, ma è una partita fondamentale. Noi dobbiamo essere bravi, dobbiamo abituarci a giocare con questa pressione. Ci siamo messi da soli nelle difficoltà, dobbiamo avere la personalità per venirne fuori. Dobbiamo vedere ciò che facciamo in casa noi, domani sarà una partita in cui bisogna giocare e avere personalità per farlo. Bisogna volere la vittoria, serve cattiveria e concentrazione nei minuti finali. Vedendo le partite precedenti è in quei momenti che manca qualcosa. Contro l'Udinese volevo mettere cinque centrocampisti, non è andata bene. Non siamo riusciti a fare il secondo gol. Il Napoli può essere distratto dalla Champions? Speriamo (ride, ndr). Per noi sarà una partita importante, può cambiare il nostro futuro. Balotelli? È sempre rimasto con la testa sul campo, se gioca vuol dire che sta bene. Io non posso andare contro la squadra e mettere un giocatore non concentrato. Fuori dal campo non seguo nessuno, il ragazzo è concentrato sul campo. I centrocampisti devono aiutare, molte volte non abbiamo avuto la forza di andare. Siamo arrivati al tiro, anche lui ha avuto una punizione importante. Dobbiamo cercarlo di più. Skrabb? Sta crescendo, non è semplice inserire un giocatore che viene da fuori. Non vale solo per lui, ma per tutti gli stranieri del nostro campionato. Modulo 4-3-3? Si può anche variare, soprattutto per capire chi c'è a disposizione. Garra charrua? In nazionale esce di più perché siamo così. Anche Cavani e Suarez, è un po' quello che si fa anche per senso di appartenenza. Qui ci sono giocatori che possono trasmetterlo, non solo al compagno. Secondo me con la Juventus questo è stato fatto".

Loading...
ULTIMISSIME TUTTI IN RETE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>