Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 16
sabato 17 aprile 2021, ore
TUTTI IN RETE
IL COMMENTO - Antonio Cassano e la Serie Tv su Francesco Totti: "Non ero così, non somiglia a me!"
28.03.2021 12:51 di Napoli Magazine

NAPOLI - Antonio Cassano ha rilasciato alcune dichiarazioni a Bobo Tv ed ha commentato a proposito del suo personaggio nella serie tv "Speravo de morì prima", in onda in queste settimane su Sky: "Prima di tutto non somiglia a me. La realtà, poi, non c’entra niente con la serie. Ci vogliono 10 anni per raccontare quello che ho fatto a Roma e quello che si è fatto a Roma. Quando lui ha dovuto prendere decisioni importanti io non c’ero già più, lui aveva rinnovato nel 2004 e aveva ancora 3 anni di contratto. Convivenza nella casa di Totti? Ringrazierò per sempre la madre, il padre e Francesco perché mi hanno trattato come un figlio, ma l’invadenza che appare nel film non c’era assolutamente. Il film è bello perché è sul mio amico, ma in delle cose mi hanno fatto passare in modo non bello che non mi è piaciuto. Ho rispetto per la gente che mi ospita e che mi vuole bene, per gli amici. I primi sei-sette mesi quando sono arrivato a Roma, Francesco era ancora single. Andavamo a dormire alle 7 della mattina, delle volte mi facevo la doccia e andavo direttamente a Trigoria. Poi si è fidanzato con Ilary, mi aveva lanciato i primi sei mesi nella Roma e a Roma, poi camminavo con le mie gambe. Lo sai come mi soprannominava? Il metronotte. Io giravo solo di notte! Greta Scarano fa molto bene Ilary, per quanto riguarda Totti, l'attore assomiglia a Perin. Poi Francesco per quanto parla, non parla niente, sta lì, poi a un certo punto gli allenatori gli dicevano: “il capitano deve dire qualcosa?” lui faceva cenno di no con la testa, non parlava. Su Vito Scala invece non hanno indovinato niente, Vito è il numero uno, gli ha gestito un impero di immagine, di professionalità, ha fatto un lavoro eccezionale. Non si vedeva mai, Vito parlava poco e niente, ma le poche volte che parlava, Totti lo ascoltava".

ULTIMISSIME TUTTI IN RETE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>