Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 28
mercoledì 6 luglio 2022, ore
VIDEO
VIDEO CONFERENCE - Napoli, Spalletti: "Match da sogno" e Fabian Ruiz: "Futuro in Spagna? Ho ancora 1 anno di contratto, penso solo a far bene"
16.02.2022 19:00 di Napoli Magazine

BARCELLONA (SPAGNA) - L'allenatore Luciano Spalletti e il centrocampista Fabian Ruiz hanno parlato in Press Conference al Camp Nou, alla vigilia di Barcellona-Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

Luciano Spalletti, all. del Napoli: "Cuore o cervello? Servono piu' cose, serve saper soffrire, conoscere il calcio. Dobbiamo andare in campo a tentare di vincere le partite, senza fare distinzioni. Si diventa grandi vincendo le partite, rincorrendo le competizioni e i risultati contro qualsiasi avversario. Non c'è una divisa differente da indossare tra una gara e l'altra. Dobbiamo essere sempre gli stessi. Bisogna trovare il contesto giusto per essere sempre noi stessi. Il gol in trasferta non vale piu' il doppio? Non cambia niente. Si gioca per fare gol e per avere un equilibrio di squadra. Dobbiamo farci trovare pronti in qualsiasi circostanza. Non useremo una tattica particolare, andremo ad esibire il nostro calcio. Ci saranno momenti in cui saremo costretti a difenderci e sfrutteremo gli spazi a disposizione. L'assenza di Lozano? Abbiamo tutto quello che ci occorre per essere il solito Napoli. Una squadra non puo' dipendere da un calciatore solo, pur bravo che sia. Se ti viene a mancare un calciatore non puoi perdere di vista che tipo di squadra sei. Lozano, quando tornera', ci potra' dare la qualita' dei suoi strappi, dei suoi gol e della sua personalita'. La nostra rosa pero' puo' sopperire a qualsiasi assenza. Mertens e Osimhen titolari? Anche Petagna puo' giocare sia con Osimhen e con Mertens. Dobbiamo pensare ai 95 minuti di partita, ci sono equilibri di squadra. Bisogna essere coerenti in base alle situazioni che si prospettano davanti. Queste sono partite speciali, ultimamente abbiamo visto che ci sono partite che sono una figata, da vivere. Sono i dream matches, anziche' Europa League. Osimhen pronto a giocare? Non ha avuto niente di muscolare, ha avuto un leggero gonfiore al ginocchio destro due giorni fa, lo valuteremo alla vigilia, ieri ha finito l'allenamento senza alcun tipo di problema e oggi l'ho fatto riposare. Xavi e' stato uno di quei calciatori che conoscevano benissimo il calcio. Sapeva usare tempo e spazio nelle partite. Vorrà riportare il Barcellona ai livelli di un tempo, credo che ci riuscirà. Se iniziamo a pensare allo storia del Barcellona si corre il rischio di intimorirsi. Pensiamo al nostro calcio, alle nostre ambizioni e a cosa dobbiamo tirare fuori oltre i nostri limiti. Focalizziamoci sulla qualita' della nostra squadra. Dobbiamo pensare a cosa sappiamo fare".

 

Fabian Ruiz, centrocampista del Napoli: "Sarà una partita speciale per i tifosi della mia cittadina. Non e' una partita che capita spesso in Europa. Ce la giocheremo. Anche al mio collega auguro il meglio, sarà una partita piacevole. L'Europa League? Sappiamo tutti che e' una competizione importante, sara' una gara difficile, hanno giocatori forti, vogliamo arrivare fino in fondo. Speriamo di vincere. Attaccare o difendere? Non e' importante solo il centrocampo, sara' una battaglia sportiva. Sarà fondamentale avere il possesso palla. Sappiamo che loro sanno giocare bene, noi proveremo a fare lo stesso. Il Barcellona e' un club molto forte, loro scenderanno in campo per vincere. Anche noi l'abbiamo fatto. Speriamo di portare un bel risultato a casa, anche se sappiamo che sara' molto difficile. Busquets e' uno dei migliori giocatori, ti fa sembrare tutto facile. Sappiamo che anche loro hanno giocatori giovani, che hanno voglia di far bene, hanno fatto mercato a gennaio. Ci sono due partite, bisogna fare bene in entrambe. Speriamo di avere un vantaggio nel match di ritorno. Non è vero che il Barcellona fa meno paura rispetto al passato, giocano bene a calcio, hanno vinto tanti titoli. Li rispettiamo. Mi trovo bene sia con Lobotka che con Anguissa, anche con Demme che non sta giocando molto mi intendo bene. Non so se siamo tra i primi 3 favoriti per la vittoria finale, vogliamo lottare. Siamo una bella squadra. Tra Barcellona e Napoli non c'è un favorito, entrambe le squadre amano avere il possesso palla. Contratto in scadenza nel 2023? Ho un altro anno di contratto, sono felicissimo a Napoli, penso solo a lavorare bene e alla partita col Barcellona, fa piacere essere accostati a club blasonati. Penso che con la palla tra i piedi siamo piu' forti".

 

Antonio Petrazzuolo
 
 
Napoli Magazine
 
 
Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com 

ULTIMISSIME VIDEO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>