Anno XXI n° 9
martedì 27 febbraio 2024, ore
FOCUS AZZURRO
FOCUS AZZURRO - Cammaroto a "NM": "Soumaré è più di un'idea per il Napoli, piace Faraoni, retroscena su Tolisso, in quattro su Gaetano, c'è mercato per Zanoli e Zerbin"
11.11.2023 23:55 di Napoli Magazine

NAPOLI - "Soffrire", o forse dovremmo dire "deludere", sembra la parola d'ordine della stagione post-scudetto del Napoli e gli azzurri aspettano l'Empoli al "Maradona" in una domenica che potrebbe diventare il momento spartiacque dell'intera annata. Forse lo sarà a prescindere dal risultato perché, al netto del'1-X-2, il Napoli è ad un bivio, alle porte c'è la sosta e il punto di non ritorno potrebbe averlo già scritto il pareggio con l'Union Berlino che è costato 2 milioni alle casse del club e un carico ancora maggiore di bile per i tifosi partenopei. La misura sembra davvero colma, le difficoltà di Rudi Garcia preoccupano e forse è arrivato il momento di dare un cambio di passo netto e deciso, ma soprattutto immediato, a una stagione che ha ancora molto da dire ma nella quale non c'è più altro tempo da perdere. Il 6 ottobre 2009 è la data in cui è partita la rincorsa del Napoli alle zone alte della Serie A e il 12 novembre può segnare un nuovo punto di svolta. Non occorre aggiungere altro e non serve fare nomi ma il popolo azzurro sembra aver scelto la rotta da prendere e il redivivo condottiero che potrebbe dare una sterzata a questa seconda parte di stagione e l'impressione è che Aurelio De Laurentiis ci stia pensando. 

 
Intanto sono già iniziate le valutazioni per il mercato di gennaio, per mettere mano a una squadra che comunque necessita di qualche ritocco ma non va rivoluzionata, perché è quella dello scudetto e al di là di tutti i problemi va considerata ancora la più forte della Serie A, anche superiore alla celebrata Inter e con una rosa nettamente migliore di Juve e Milan. Ma se poi queste squadre sono davanti, qualcosa vorrà dire e bisogna fare una riflessione e mettere un punto. 
 
 
Gianluca Gaetano chiede spazio e su di lui si è aperta l'asta. Su di lui ci sono Empoli, Verona, Lecce e Sassuolo. Va detto che la sensazione è che questo ragazzo potrebbe fare bene con il Napoli ma ha avuto pochissimo tempo per dimostrare il suo valore e non si comprende perché gli siano stati concessi soli 26 minuti in campionato. Così Gaetano può andare in prestito e la stessa richiesta è già arrivata dall'agente di Zanoli, che spinge di nuovo per andare via. Anche qui, l'esterno ex Sampdoria era stato trattenuto a forza da Garcia, con le proposte di Genoa e Sporting Lisbona che vennero respinte ma non ha mai visto il campo in questi mesi. Il Napoli ora riprende in considerazione l'idea di acquistare Faraoni, che era stato già bloccato in estate. Sembra destinato a cambiare aria alla riapertura del mercato anche Zerbin, anche li scomparso dai radar in questa stagione. Il Frosinone lo cerca ma non è l'unico club che pensa a lui. 
 
 
Boubakary Soumaré è più di un'idea per il Napoli che sta prendendo in considerazione la possibilità di fare almeno due operazioni, di cui una potrebbe essere come detto Faraoni come vice Di Lorenzo e poi un centrocampista fisico per sostituire Anguissa che andrà a fare la Coppa d'Africa. Soumaré ha già fatto sapere il suo gradimento totale per la destinazione Napoli, con gli azzurri che hanno memorizzato ma ad oggi non hanno ancora affondato il colpo e valutano anche eventuali altre soluzioni. L'intenzione strategica è di bloccare colui che sarà poi il prescelto entro la prima decade di dicembre. 
 
 
Per il centrocampo una curiosità: mi risulta che un intermediario italiano si sia mosso per offrire al Napoli, a cifre low cost, una vecchia conoscenza degli azzurri. Tolisso del Lione, attualmente fanalino di coda della Ligue 1. Il Napoli lo trattò 7-8 anni fa, da giovane promessa del calcio europeo, prima che andasse al Bayern Monaco e ricorderete che nel 2016 era stato ad un passo dai partenopei ma disse di no perché gli avevano raccontato o fatto credere che l'ambiente di Napoli fosse "particolare" e a quanto pare rimase suggestionato da Gomorra. Ora a 29 anni, sia per come sono andate allora le cose e dopo una carriera che anche per via di infortuni ha deluso le aspettative, Tolisso non interessa al Napoli. Il Lione smobilita ma la risposta per questo calciatore è "No, grazie". 
 
 
 

Emanuele Cammaroto

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME FOCUS AZZURRO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>