Anno XX n° 24
martedì 6 giugno 2023, ore
IN PRIMO PIANO
MERCATO - Cammaroto svela a "NM": "Osimhen pronto a trascinare ancora il Napoli, ADL non intende svendere dopo lo scudetto: cifre e prospettive"
23.03.2023 23:55 di Napoli Magazine

NAPOLI - Le sirene cominciamo a cantare ma, con lo scudetto ormai in ghiaccio e un'autostrada davanti per Istanbul, Aurelio De Laurentiis ha deciso di rompere gli indugi sul futuro di Victor Osimhen. ADL non vuole essere "carceriere" del bomber nigeriano come lo fu Corrado Ferlaino (per amore dei napoletani) con Diego Maradona ma per certi versi la storia potrebbe ripetersi. E allora il presidente è pronto a giocare la sua partita per creare le condizioni necessarie alla permanenza a Napoli del campione che ha trascinato la squadra partenopea verso il titolo che mancava da 33 anni e la sta spingendo verso l'altro clamoroso obiettivo, ora concreto, della finale di Champions League.  

 
ADL parlerà già nelle prossime settimane con Osimhen ed il suo entourage. La mossa l'abbiamo anticipata e arrivano ulteriori dettagli. De Laurentiis sa bene che nel futuro del centravanti c'è la Premier League ma per approdare dalle parti di Manchester o Londra ci sarà tempo e il presidente del Napoli ha tutta l'intenzione di fare vestire almeno per un'altra stagione ad Osimhen la maglia azzurra. De Laurentiis ha scelto di giocare al gatto col topo con le big d'Europa. Il prezzo di 150 milioni ora è già lievitato a 170 milioni e salirà ancora da qui a fine stagione se, come pare probabile, Osimhen sarà ancora decisivo a suon di reti, bonus incassati e record stracciati. E' realistico che il costo del cartellino del giocatore possa raggiungere almeno i 180 milioni e d'altronde, a questo punto, si può dire che Osimhen sta entrando di diritto con Haaland e Mbappé nella Top 3 dei migliori giocatori del mondo di questa nuova generazione. Bisogna essere realisti e sapere che il momento della partenza di Osimhen arriverà e non ci sono dubbi ma non è detto che accada già questa estate e l'unica eventualità per un addio a giugno è soltanto legata ad un'eventuale richiesta-pretesa del centravanti di partire a tutti i costi, se volesse cioè ingaggiare un braccio di ferro con la società, e al momento non risulta alcun segnale che vada nella direzione di uno scontro, anche perchè il giocatore sta bene a Napoli, è diventato un "Re" e un'altra annata qui potrebbe renderlo ancora più forte e consapevole dei suoi mezzi. 
 
 
A conti fatti, con un cartellino che è già arrivato a 170 milioni e promette di salire ancora, chi vorrà Osimhen dovrà mettere in conto, calcolando anche l'ingaggio, un investimento da circa 300 milioni. Sceicchi e magnati ci proveranno ma non sarà così facile neanche per loro avvicinarsi a quelle cifre. Si va verso una partita a tre fra Psg, Chelsea e Manchester United ma per scardinare la posizione di De Laurentiis, ovviamente, sarà offerto a Osimhen un mega-ingaggio che potrebbe toccare i 10 milioni. E qui, come abbiamo anticipato in precedenza, ADL è pronto a sforare il tetto ingaggi e l'idea è quella di rinnovare il contratto, andando a garantire 6-7 milioni al giocatore, sapendo che la cifra sarebbe ammortizzabile da una probabile partenza poi già nel 2024 dell'attaccante. Il tutto con la promessa all'entourage di non alzare le barricate e concedere uno sconto (un leggero sconto), tra un anno, per agevolare l'eventuale partenza di Osimhen. Insomma, dalle parti di Milano e Torino possono cominciare a mettersi il cuore in pace e rassegnarsi all'idea di vedere Osimhen ancora in Italia, ancora "cannibale" in campo a trascinare il Napoli e ribaltare le gerarchie del campionato di Serie A. I campioni d'Italia non smobiliteranno. In Serie A ora comanda il Napoli e ha tutta l'intenzione di dettare legge pure nella prossima stagione.   
 
 

 

Emanuele Cammaroto

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>