Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XX n° 5
giovedì 26 gennaio 2023, ore
ATTUALITÀ
REPUBBLICA - Ischia, bloccati ultras del Napoli che volevano spalare fango per pericolo di sciacallaggio
29.11.2022 09:04 di Napoli Magazine

La Repubblica ha svelato un retroscena inerente agli ultras del Napoli che si erano organizzati per spalare fango a Ischia dopo la tragedia degli ultimi giorni: "Si erano organizzati in centinaia per spalare fango a Ischia. Una trasferta con diversi gruppi ultras del Napoli sull’isola colpita dalla terribile frana. Tifosi con secchi e pale invece delle sciarpe, ma sono stati bloccati però “per pericolo sciacallaggio”. Lo stop è stato deciso dalla Digos, che ha fermato la partenza dei supporter azzurri per motivi di sicurezza. E così l’entusiasmo è diventato polemica con le istituzioni e il governo. L’appello alle curve era partito sui social: “Facciamo finta che il Napoli giochi in trasferta a Ischia - si legge nel messaggio - Prendiamo tutti un giorno di festa al lavoro. Al posto delle sciarpe portate una pala e un secchi. Venite tutti con gli stivali”. Un volantino col pugno chiuso fatto passare di chat in chat e così il popolo degli ultrà del Napoli si era mobilitato. L’appuntamento saltato eraper oggi. ” Dimostriamo l’attaccamento alla nostra terra, accorriamo in tanti” prosegue l’appello lanciato da tre gruppi della curva B, i Fedayn, i Secco Vive e i Sud, al quale avevano aderito anche gruppi della curva A che avevano anche contattato la Protezione civile per chiedere di cosa ci fosse bisogno nell’immediato. Ma poi è saltato tutto. “Davanti a una tragedia di simili proporzioni non è nostra intenzione polemizzare - dicono in un secondo comunicato - tuttavia ci sentiamo da ultras e da cittadini profondamente offesi da questo diniego illogico al nostro aiuto alla nostra terra. Non sappiamo i motivi dietro questa scelta ma bloccare centinaia di ragazzi per un presunto pericolo di sciacallaggio dimostra quanto poco conosciate del nostro mondo”.

ULTIMISSIME ATTUALITÀ
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>