Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 27
venerdì 1 luglio 2022, ore
M' 'O VVECO IO
SHOW TIME - Rivieccio su "NM": "Napoli, tutti i titoli destabilizzanti"
07.04.2022 23:10 di Napoli Magazine

NAPOLI - Dopo che un quotidiano la scorsa settimana aveva fatto stizzire Spalletti giustamente risentito siccome, invece di occuparsi della partita di Bergamo, aveva posto l’accento sul fantasioso malumore dello spogliatoio azzurro nei confronti di Osimhen per il ritardato rientro a Napoli, vediamo adesso quali posso essere gli obiettivi destabilizzanti di alcune testate sportive del nord in vista delle prossime sette finali che dovremo affrontare da qui al 22 maggio. Perché è inutile farsi illusioni: così sarà pur di far rimanere lo scudetto nella terra di Alessandro Manzoni. Il Corriere di Abbiategrasso s’inventerà che Mertens, per la nascita del figlio Ciro, pretende un ritocco dell’ingaggio, giustificato dall’aumento delle spese per il latte, i pannolini e gli omogeneizzati per il nuovo arrivato. La Mezza Cazetta sparerà che Fabian Ruiz vuole andare via da Napoli perché un cassiere di un noto bar del centro non gli ha voluto dare la chiave della toilette, motivando il rifiuto con il gol sbagliato contro l’Inter. Da qui la decisione di chiudere con Napoli e con quel bar. Il Resto di Cremona alimenterà le voci di una cessione della società da parte di De Laurentiis perchè il presidente sarebbe stanco dei napoletani che sanno solo criticarlo. Preferirebbe tenersi il Bari e mollare la società azzurra a un solido organizzatore di cerimonie divenuto ricco col remake di “Povero Gabbiano“. La Passera Sportiva (quotidiano di Prato) vomiterà che Insigne ha deciso di pubblicare un istant book con l’elenco di tutti gli improperi che in casa, insieme ai figli, direbbe ad ADL. E Koulibaly andrà sicuramente a giocare in Premier per onorare una promessa fatta a Carlo e Camilla in un whatsapp. Insomma si tenteranno tutte le strade per innervosire un ambiente che invece per fortuna sembra impermeabile a tutto ciò che succede intorno. La forza dei ragazzi mi sembra una ritrovata convinzione di forza e una consapevolezza che quel tricolore non è più solo il sogno da accarezzare prima di addormentarsi. Probabilmente c’intralcerà qualche arbitraggio “scientifico”, dei cartellini gialli di troppo e qualche episodio in area avversaria non attenzionato dal Var. Ma il Napoli che ho visto a Bergamo mi è parso finalmente la squadra pronta a contendersi fino all’ultimo il titolo con le milanesi. Certo, calendario alla mano, l’Inter sulla carta sembra favorita. Ma il 22 maggio è Santa Rita. E’ Santa Rita è conosciuta come la santa dei miracoli impossibili. E noi ai miracoli ci crediamo...

 

 

Gino Rivieccio

 

Napoli Magazine
 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME M' 'O VVECO IO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>